Boldrini e Di Maio: la scalabilità di Twitter in campagna elettorale

21 febbraio 2018: Laura Boldrini e Luigi Di Maio scalano Twitter con contenuti altamente condivisi

 

Uno degli aspetti centrali di Twitter come social media e piattaforma di pubblicazione dei contenuti consiste nel suo essere “scalabile”. Ovvero nel poter ospitare posizionamenti e contenuti altamente condivisi, anche su impulso di utenti che si muovono in un ambito occupato già da account ben più attrezzati per numero di follower e volume di attività. Due validi esempi di questo assunto sono senz’altro Laura Boldrini e Luigi Di Maio.

Non tanto perché abbiano account Twitter deboli, anzi, quanto perché nelle ultime settimane hanno saputo recuperare posizioni, imporsi con tweet ad alta performance anche in giornate complicate, in cui la piattaforma è sottoposta ad una saturazione di contenuti.

Altro segnale che va nella medesima direzione è la costanza con cui l’hashtag #FlatTax è riuscito, in questo periodo, ad imporsi all’attenzione collettiva in più giornate, seppur promosso principalmente da un attore in campo, Silvio Berlusconi, che certo non basa su Twitter e sui social media la sua presenza di comunicazione e la sua strategia di consenso.

Per sapere cos’è Recap Elezioni 18, leggi qui.

Marco Borraccino

@borraccinomarco

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *