Usa 2020, su Facebook Biden e Trump come David e Golia. Ma la sfida è aperta

A meno di sei mesi dalle presidenziali Usa, il distacco tra Donald Trump e Joe Biden sulla piattaforma social decisiva sembra incolmabile. Ma se il candidato dem riesce a portare il rivale sul suo terreno argomentativo, l’ipertrofia comunicativa di Trump diventa un problema e Facebook può rivelarsi un alleato prezioso.

Trump Biden Facebook

“Joe Biden deve darsi una mossa”. Nell’ultimo numero della sua newsletter Francesco Costa ha sottolineato senza mezzi termini la lentezza con cui il candidato presidente democratico sta approcciando alla fase cruciale per il voto di novembre. Nonostante le difficoltà e le contraddizioni evidenti della gestione Trump dell’emergenza Coronavirus, per ora la campagna presidenziale democratica non è decollata.

Tra i fattori evidenziati c’è anche il differenziale delle audience sui canali social dove, sostiene il vicedirettore del Post, “lo svantaggio da colmare è mastodontico”.

Leggi tutto “Usa 2020, su Facebook Biden e Trump come David e Golia. Ma la sfida è aperta”

Please follow and like us:

Coronavirus | Per Conte quasi 2 milioni di fan in più su Facebook. Lo voteranno?

Dall’inizio dell’emergenza la fan base della pagina Facebook di Giuseppe Conte è cresciuta del 171%, acquisendo in due mesi più di un milione ottocentomila nuovi fan. Si tradurranno in voti?

Conte, 2 milioni di fan in più su Facebook | Social Recap

“Il Presidente del Consiglio parlerà stasera in diretta Facebook”.

Una delle cornici narrative dell’emergenza del coronavirus sono stati senz’altro i Facebook Live di Giuseppe Conte. Prima contestati, poi invece quasi “richiesti” a tutela della par condicio.

Leggi tutto “Coronavirus | Per Conte quasi 2 milioni di fan in più su Facebook. Lo voteranno?”

Please follow and like us:

99 profili da seguire per rendere utile il tempo su Twitter

Twitter è noioso, dicono in tanti: bene, qui novantanove profili per renderlo interessante e plurale. E alcuni suggerimenti per allestire un newsfeed coerente e funzionale ai propri interessi.

Twitter - consigli di Social Recap

È “noioso”, ha l’interfaccia “più statica e meno innovativa” di tutte, è il social meno visivo, quello più legato a una comunicazione tradizionale, scritta e istituzionale.

È davvero così? Twitter è destinato al declino?

Per me avere un account Twitter ha ancora senso, per almeno tre buoni motivi 

  1. È il canale social più efficace per la narrazione collettiva. Su Facebook gli hashtag non sono mai decollati. E, detta brutalmente, i live di Facebook e Instagram consumano molti più giga. Se devi seguire qualcosa in tempo reale, Twitter è una soluzione agile e competitiva.
  2. È la piattaforma piùorizzontale nella relazione”: nell’interfaccia, un tweet di reply ha lo stesso spazio visivo e di caratteri del tweet principale. Mentre su Facebook o Instagram il thread di commento resta sempre “in casa” dell’autore del post, su Twitter c’è invece maggiore contaminazione e parità di spazi.
  3. Se ben organizzato, è un social interessante per informarsi sui temi di proprio interesse, per seguire persone che abbiano qualcosa da dire e per interagire in nicchie, argomenti, hashtag specifici. Perché no, anche di puro svago.

Leggi tutto “99 profili da seguire per rendere utile il tempo su Twitter”

Please follow and like us:

10 (+1) newsletter utili di comunicazione e marketing digitale

A quali newsletter sei iscritto per aggiornarti in ambito digital? Qui ti segnalo le mie, scelte in base a tre criteri: ricchezza di informazione; leggibilità; qualità della scrittura.

10 Newsletter utili di comunicazione e marketing digitale

Pulizie di primavera

La pausa forzata del coronavirus ci sta restituendo tempo. Da molti punti di vista questa disponibilità improvvisa è un problema, una costrizione di cui faremmo volentieri a meno. Tuttavia uno dei contraccolpi positivi può essere invece la possibilità di riorganizzare i nostri luoghi digitali di informazione e di aggiornamento, rendendoli più funzionali e più produttivi.

In queste inedite “pulizie di primavera”, sono partito dalla mia casella di posta elettronica.

Leggi tutto “10 (+1) newsletter utili di comunicazione e marketing digitale”

Please follow and like us:

Marco Damilano su Facebook: genesi di una pagina fake da 70mila fan

Cosa fa Facebook per garantire la veridicità delle pagine della piattaforma e delle informazioni pubblicate?
Il caso della pagina Marco Damilano – Signora Mia, un fake da 70mila fan.

Cosa fa Facebook per garantire la veridicità delle pagine della piattaforma e delle informazioni pubblicate?

Quali contromisure sono in atto, ad esempio, per impedire che il nome di un personaggio pubblico possa essere sfruttato per creare la community di una pagina falsa e sfruttarla poi per diffondere contenuti non pertinenti alla vocazione iniziale della pagina?

Leggi tutto “Marco Damilano su Facebook: genesi di una pagina fake da 70mila fan”

Please follow and like us:

Facebook e le Europee 2019: nei post a engagement più alto c’è tutto tranne l’Europa

I post con maggiori interazioni delle pagine Facebook dei leader, dei partiti e di satira e propaganda politica durante la campagna elettorale per le europee 2019 hanno un denominatore comune: non trattano mai di Europa.

Europee 2019

Le elezioni di Facebook. 

Nelle ultime settimane, molti commentatori hanno definito così il turno elettorale delle europee 2019 in Italia.

Del resto la piattaforma di Menlo Park è sotto osservazione da marzo 2018, quando la vittoria elettorale del Movimento 5 Stelle e della Lega accese (tardivamente) i riflettori sulla crescente rilevanza dei new media nella comunicazione politica contemporanea. E l’esplosione dello scandalo Cambridge Analytica avvenuta qualche settimana dopo il 4 marzo intensificò ulteriormente l’interesse (quasi sempre con toni allarmistici) verso le potenzialità del social fondato da Mark Zuckerberg per quanto riguarda la raccolta e la gestione dei dati degli utenti e la profilazione degli stessi nelle pubblicità connesse alla politica.

Leggi tutto “Facebook e le Europee 2019: nei post a engagement più alto c’è tutto tranne l’Europa”

Please follow and like us:

Tre provocazioni sulle social analytics da Rock’n Blog di Skande

Cos’è veramente l’engagement, quanto contano i numeri, a cosa servono i contenuti: tre provocazioni di Social Media Analytics da Rock’n Blog di Riccardo Scandellari

 

L’engagement sui social significa contare i “mi piace”?

Essere un influencer vuol dire avere tanti follower?

E quanti ne servono, per definirsi tale?

L’avvento dei social nel panorama mediatico ha imposto domande come queste, in tanti luoghi. Nel marketing, nel business, nel giornalismo, ultimamente anche nella politica. E perfino nella quotidianità stessa di tante persone che nel web 2.0 hanno visto un’opportunità di rilancio professionale.

Leggi tutto “Tre provocazioni sulle social analytics da Rock’n Blog di Skande”

Please follow and like us:

Salvini e Facebook: lasciate perdere i russi e leggete i dati

Per capire il successo su Facebook della pagina di Matteo Salvini, più che evocare la Spectre degli hacker russi bisogna chiedere i dati e saperli leggere.

“Quanto è potente la pagina Facebook di Matteo Salvini?”

“Quanta visibilità riesce a dargli?”

“Quanto sta influenzando gli italiani?”

Dal 4 marzo, buona parte del sistema mediatico italiano si arrovella anche su questo, avanzando le ipotesi più disparate, talora fantasiose. Leggi tutto “Salvini e Facebook: lasciate perdere i russi e leggete i dati”

Please follow and like us:

La bolla Twitter: 50 profili e 2 bot da seguire per renderla interessante

Twitter è una “bolla”, dicono in tanti: qui cinquanta profili e due bot utili per renderla almeno interessante e plurale.

[ATTENZIONE: il 13 aprile 2020 ho pubblicato una versione aggiornata di questo articolo👉“99 profili da seguire per rendere utile il tempo su Twitter”]

Un bacino d’utenza stagnante, scarsa capacità di innovare l’interfaccia, accuse frequenti di essere brodo di cultura di fake news, hate speech, trolling e manipolazione.

Ha ancora senso avere un account su Twitter?

Chi scrive ritiene di sì, per tre motivi. 

Leggi tutto “La bolla Twitter: 50 profili e 2 bot da seguire per renderla interessante”

Please follow and like us:

Share e commenti: più dei like. Così scali l’algoritmo Facebook

“Tu quanti fan hai?”

In principio, l’ossessione era il numero dei fan di pagina.

Erano loro la prima metrica su cui veniva valutata ogni attività su Facebook. Si facevano campagne ads anche costose e a target generalista pur di acquisirne il più possibile. Gli aspiranti influencer ne acquistavano a pacchi in modalità ambigue e alla lunga del tutto deleterie per i loro canali e per la loro credibilità. Era tutto un “Tu quanti fan hai?”, come se la pubblicazione di contenuti su Facebook fosse l’invio di una newsletter. In realtà è stato così per ben poco tempo. Leggi tutto “Share e commenti: più dei like. Così scali l’algoritmo Facebook”

Please follow and like us: